Riparto da qui

Quante volte l’ho scritta negli ultimi anni questa frase. E con ultimi anni non intendo dire due o tre, bensì quasi più di dieci.

Si potrebbe dire che “RIPARTO DA QUI” sia il mantra della mia vita. Un continuo morire e rinascere, un continuo scendere e salire, un bianco e nero, buio e luce, tutto o niente, dentro o fuori. Una continua battaglia contro gli altri che poi non è altro che un continuo combattere contro me stessa. Quella me che non perdono per tutti gli errori che ha fatto e che continua a fare. Quella me ingenua che non vede e non vuole ammettere che la gente quando vuole sa essere molto cattiva, quella me che si è costruita intono un’immagine talmente idilliaca di se stessa che ammettere che anche lei potrebbe essere così forse la ucciderebbe.

Ce l’ho con me oggi? Decisamente si. Ma so che non sarà così che riuscirò ad andare lontano, non sarà così che risolverò i miei problemi. Ci sono giorni in cui vorrei essere stupida. Ma stupida davvero. Vorrei non capire niente, vorrei sapere niente, che poi così comunque è, ma ci sono quelle poche cose che ho imparato negli ultimi anni che so che non mi lasceranno tornare indietro. Il punto è che quando sopra parlo di morire e rinascere, beh quando dico la parola morire la dico per davvero. Ci sono giorni che vorrei davvero essere morta, vorrei non svegliarmi più, andare a dormire la sera e non dovermi svegliare al mattino per sentire quell’angoscia. Sì quell’angoscia che mi pervade da settimane a questa parte. Il dolore del rifiuto, il non sapermi dare una direzione, il non sapere cosa si vuole dalla vita. Il ritrovarsi a scrivere su un blog per buttare fuori tutto, scrivere diari, quaderni, libri e chi ne ha più ne metta sperndo un girono di arrivare al punto cruciale di tutta questa sofferenza.

PERCHé RINCORRI CHI NON TI VUOLE E QUANDO CE L’HAI NON LO VUOI?

PERCHé PROVI QUASI PIACERE NELL’ESSERE RIFIUTATA?

PERCHé IN QUESTO MOMENTO SEI QUI CHE PROVI UN FASTIDIO COSI GRANDE MENTRE TUO PAPà BESTEMMIA, SBRAITA E NE FA DI TUTTI, PERCHè VORRESTI SCAPPARE DA QUELLA SEDIA SU CUI SEI SEDUTA? PERCHè VUOI SCAPPARE DA QUESTA CASA E CORRERE TRA LE BRACCIA DI UN RAGAZZO CHE NON TI VUOLE?

PERCHè NON RIESCI A VEDERE LE COSE PER COME REALMENTE SONO?

PERCHè NON VEDI LE PERSONE PER QUELLO CHE REALMENTE SONO?

PERCHè ATTIRI UOMINI BUGIARDI E CHE NON TI VOGLIONO NELLA TUA VITA?

PERCHè ATTIRI SEMPRE SITUAIONI COMPLICATE?

Mi rendo conto che di base non mi manca proprio nulla, eppure ci sono giorni in cui sono così triste e così infelice che vorrei davvero finisse tutto per me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: